Q&A | INCONTRI CON GLI AUTORI

Registi, attori e produttori presenti al festival incontrano il pubblico e la stampa.
calendario

ingresso libero/free entry

da sab/from sat 18
mer/to wed 22 gen/jan
ore 11.00 | caffè san marco

MASTERCLASS - CORNELIU PORUMBOIU

Corneliu Porumboiu è uno dei più importanti registi della cosiddetta “nouvelle vague” rumena. Nel 2006 realizza il suo primo lungometraggio A fost sau n-a fost? (A est di Bucarest) che vinse la Caméra d’Or come Miglior film d'esordio a Cannes. Polițist, Adjectiv venne presentato al festival di Cannes nel 2009 nella sezione “Un Certain Regard” dove vinse il Premio della Giuria, così come Comoara (Il tesoro) nel 2015. Il suo ultimo film La Gomera, presentato in concorso all'ultimo festival di Cannes, è l'evento speciale della serata di premiazione del TSFF.

ingresso libero/free entry
english only

mar/tue 21
ore 17.30 | café rossetti

D’AMORE NON SI MUORE
con Lino Capolicchio (attore, sceneggiatore, regista) e Domenico Monetti (CSC)
 

Lino Capolicchio, attore, sceneggiatore e regista di richiamo internazionale presenta in anteprima il suo libro D’amore non si muore. Nella sua lunga carriera è stato diretto dai più grandi registi internazionali: da Vittorio De Sica a Giuseppe De Santis, da Dino Risi a Roberto Faenza, Pupi Avati, i fratelli Taviani e tanti altri. In D’amore non si muore (Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia, Rubbettino Editore, 2019) Capolicchio racconta la sua vita davanti e dietro la scena: gli incontri, gli amori, le passioni. Un viaggio nel cinema e nel teatro.

ingresso libero/free entry
italian only

dom/sun 19
ore 18.00 | caffè san marco

CON BATA NELLA GIUNGLA
con Markéta Pilátová (scrittrice), Alessandro De Vito (editore e traduttore) e Massimo Tria (critico cinematografico)

Chi non ha in mente le scarpe Bata? In molti pensano che sia un marchio italiano, invece da semplici calzolai di una cittadina morava i Bata hanno espanso la propria attività in molti Paesi fino a diventare la multinazionale che è oggi. La scrittrice, giornalista e traduttrice ceca Markéta Pilátová racconta 120 anni di scarpe, dalla Cecoslovacchia al mondo intero passando per la giungla brasiliana: la storia del successo planetario della famiglia e del marchio Bata, nel nome della libertà.
 

ingresso libero/free entry
italian only

mar/tue 21
ore 18.00 | caffè san marco

IL BRUCIACADAVERI
con Alessandro De Vito (editore e traduttore) e Massimo Tria (critico cinematografico)

Come accade che un tenero buon padre di famiglia si trasformi in un paranoico angelo del male? Filosofia spicciola mortuaria è quella che s’annida nella mente e nel cuore di quest’uomo, che Fuks, uno dei più noti e rappresentativi scrittori cechi del Novecento, sa variare in tutti i registri, anche quello comico. A 50 anni dall’uscita del libro pubblicato da Einaudi, Alessandro De Vito presenta una nuova edizione e traduzione de Il Bruciacadaveri: un romanzo che ha fatto storia.

ingresso libero/free entry
italian only

mer/wed 22
ore 11.00 | caffè san marco

BAG STUDIO ARCHITETTURA SOSTENIBILE CON MATERIALI NATURALI
Giuseppe Chiantera, Sara Muscogiuri
IT
2019, col., 9’
v.o. italiana / Italian o.v.
sott. it. / eng. subt.

Il settore dell’edilizia è tra quelli con il più alto impatto a carico dell’ambiente. Il lavoro di BAG dimostra come costruire case ed edifici a basso impatto con materiali naturali sia possibile. L’architettura sostenibile ha un valore di circolarità ambientale anche perché i materiali impiegati provengono dalla terra e alla terra tornano a fine ciclo di vita. Cortometraggio vincitore del concorso “Storie di Economia Circolare” (promosso dal CDCA - Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali e dal Consorzio ECODOM) di cui TSFF è partner.

lun/mon 20
ore 21.40 | cinema ambasciatori

BERLIN BOUNCER
David Dietl
DE
2019, b-n / b-w & col., 87’
v.o. inglese - tedesca / English - German o.v.
sott. ing. / eng. subt.

Berlin Bouncer racconta la storia di Berlino attraverso gli occhi dei suoi buttafuori più leggendari: da una città divisa alla metropoli delle feste di oggi. Frank Künster arrivò negli anni Ottante per studiare a Berlino mentre Smiley Baldwin stava ancora sorvegliando il Muro da soldato americano. Dietro al Muro viveva Sven Marquardt, un giovane fotografo punk. Quando il Muro cadde, la vita notturna prese il controllo delle loro vite. Ancora oggi hanno un ruolo decisivo nelle lunghe notti della città come buttafuori dei più famosi club di Berlino, come il Berghain.

mer/wed 22
ore 20.30 | teatro miela

THE MAN WHO SAW TOO MUCH (L’uomo che ha visto troppo)
Jill Nicholls, Alan Yentob
GB
2019, col., 62’
v.o. inglese - slovena / English - Slovenian o.v.
sott. it. / eng. subt.

The Man Who Saw Too Much è un documentario, scritto e prodotto da Marc Ramsay, che racconta la storia dello scrittore Boris Pahor, 106 anni, ritenuto essere il più anziano sopravvissuto ai campi di concentramento nazisti. Boris Pahor racconta della sua infanzia, dell’incendio del centro culturale sloveno a Trieste, il Narodni Dom, della sua battaglia contro il fascismo e i nazisti e delle sue speranze per il futuro dell’Europa.

gio/thu 23
ore 17.00 | teatro miela

CAVANA STORIES
Collettivo DMAV, Cizerouno
I
2019, col., 44’
v.o. italiana / Italian o.v.
 

Cavana Stories è una performance collettiva fatta di frammenti di memoria da cui emergono le storie e i vissuti di un quartiere triestino ed è un tassello di un progetto più ampio di arte pubblica, Doublin’, che lavora sulla memoria di Cavana.

 

gio/thu 23
ore 17.00 | teatro miela

DIETRO LA LUCE
a cura di Immaginario Scientifico

Il cinema: un raggio di luce che parte da un proiettore e disegna su uno schermo immagini che ci fanno sognare. All’Immaginario Scientifico di Trieste si esplora la fisica della luce attraverso gli exhibit hands-on del museo. Dalla polarizzazione alla percezione visiva, dai fenomeni della diffusione e della riflessione della luce ai colori generati dalla frequenza delle onde luminose: un percorso adatto ad adulti e bambini (da 8 anni in su) per scoprire la scienza che sta dietro la proiezione di un film.

attività inclusa nel biglietto al museo

dom/sun 19
ore 11.00 & 15.00 | immaginario scientifico