DOMOVINE

(Patrie)
Jelena Maksimović

Serbia
2020, HD, col. & b-n / b-w, 63’
v.o. serbo-croata – greca – inglese

1) Com’è nato il progetto di un film che esplora il villaggio nativo di tua nonna?
2) Il personaggio protagonista non parla se non negli ultimi minuti del film, perché?
3) Cosa ha di particolare questo luogo di confine tra la Grecia e la Macedonia?

Sceneggiatura / Screenplay: Jelena Maksimović, Olga Dimitrijević, Vlado Škafar. Fotografia / Photography: Dušan Grubin. Montaggio / Editing: Jelena Maksimović. Musica / Music: Momčilo Bajagić-Bajaga, Psarantonis, Mikis Theodorakis, Tomaž Pengov. Suono / Sound: Jakov Munižaba. Interpreti / Cast: Jelena Angelovski, Trifonas Siapalinis, Marios Siapalinis, Kostas Siapalinis. Produzione / Produced by: ENFM (Edukativno-Naučna Filmska Mreža), Taurunum film, Meander Film, 3/8. Con il sostegno di / Supported by: Film Center Serbia, Filmske Novosti. Distribuzione internazionale / World Sales: ENFM (Edukativno-Naučna Filmska Mreža).

ANTEPRIMA ITALIANA

Una giovane donna scopre il villaggio di montagna ai confini tra Macedonia del Nord e Grecia dov’è nata la nonna e da cui la donna fuggì durante la guerra civile greca. In quel luogo, fra rovine di case abbandonate, affronta l’oblio del tempo passato. D’estate la donna ritorna al villaggio, sentendo dentro di sé una sensazione di cambiamento imminente.
Domovine
è stato presentato in anteprima al festival FID Marseille 2020 ed è stato selezionato in molti festival internazionali fra cui la Viennale e il festival di Mar del Plata in Argentina.

Poiché credo ci sia un forte legame tra la mia vita personale e i film a cui partecipo, ho deciso di lasciare che questo film fosse il più libero possibile: la forma, quello che sarebbe diventato lo avrebbero determinato gli spazi e le storie del monte Kaimakchalan e del villaggio di Agios Athanasios in Grecia, uno dei luoghi in cui si svolse la guerra civile greca (1946-1949). Lenka, la nostra protagonista, viene da un ambiente molto simile al mio e molti aspetti del suo personaggio sono stati ispirati alla mia vita. Durante le riprese, ci siamo resi conto che era importante far scoprire allo spettatore gli spazi, i documenti e le persone del film insieme a lei, proprio come abbiamo fatto noi. Alla fine del film, nel monologo di Lenka, scopriamo episodi della sua vita personale, quali sono le sue idee politiche, filosofiche e poetiche. Questo ‘meta’ elemento offre allo spettatore la possibilità di rivedere il film in modo retroattivo, attraverso il contesto in cui è stato girato.” (J. Maksimović)

Jelena Maksimović
Montatrice e regista, è nata a Belgrado nel 1984. Si è diplomata al Dipartimento di montaggio della Facoltà di Arti Drammatiche di Belgrado. Ha lavorato al montaggio di film che sono stati presentati nei più importanti festival internazionali come Cannes, Venezia, Berlino, Locarno e Rotterdam. Insegna alla Facoltà di Media e Comunicazione a Belgrado.

filmografia (come regista) / filmography (as director)
2012
Milling the Lights cm / sf 2014 Daljine (Heavens) cm / sf 2018 Taurunum boy doc. 2020 Domovine (Homelands)

3/8
c/o
EMFM

ENFM
Edukativno-Naučna Filmska Mreža
Spoljnostarčevačka 38
26000 Pančevo
Serbia
lenka.angelovski@gmail.com

Taurunum film
c/o
ENFM

Meander Film
c/o
ENFM

Data

28 Gen 2021

Ora

14:00

INFO

ACQUISTA L'ACCREDITO

MyMovies